Diventa Fan

Ottimizzare lo spazio in un bagno piccolo

In Bagno
22 giu, 2013

All’infuori della cabina armadio (se ce l’avete) e dello sgabuzzino, il bagno è l’ambiente più piccolo di una casa, nonostante lo si frequenti più volte al giorno e abbia diverse funzioni da assolvere. Ecco perche bisogna imparare a gestire bene lo spazio disponibile, per renderlo il più capiente e funzionale possibile.

Come ottenere il meglio dal vostro bagno

Per dare al vostro bagno la sensazione di uno spazio pi ampio e per ottimizzare al meglio ogni centimetro quadrato di spazio disponibile non serve buttare giù i muri… basta utilizzare lo spazio in modo intelligente. Operazione che può anche rivelarsi divertente… e che trasformerà il vostro bagnetto in un ambiente piacevole e accogliente, dove rilassarsi e dedicarsi alla cura del corpo e dello spirito.

  • Bagno piccolo? Meglio un solo colore
    Indipendentemente dal colore che più vi piace e dalla quantità di luce che illumina il vostro bagno, un unico colore vi darà la sensazione di uno spazio maggiore. Basta tenere presente che scegliere un solo colore vuol dire poter comunque giocare con le varie tonalità dello stesso colore; in particolar modo, i colori chiari e neutrali sapranno, più degli altri, ingannare l’occhio e regalare una sensazione di spazio più ampio. E il risultato sarà ancora migliore se riuscirete a tenere il bagno pulito e in ordine.
  • Per arredare un bagno piccolo ci vogliono sanitari piccoli!
    Che ci crediate o no, al giorno d’oggi è possibile trovare sanitari di tutte le dimensioni, anche in versione “mini”. Scegliendo sanitari più piccoli guadagnerete tanto spazio utile senza perdere in comodità e in funzionalità. Ancora meglio se scegliete modelli a sospensione: un lavandino agganciato al muro senza piedistallo vi permetterà di sfruttare al meglio lo spazio sottostante!
  • L’importanza dell’illuminazione
    Quando lo spazio a disposizione è limitato a un’unica funzione, può dare l’impressione di essere più piccolo di quanto non sia. E spesso basta cambiare illuminazione per incrementare la funzionalità di un ambiente. Un esempio pratico: con una sola luce da soffitto, magari al neon, il bagno viene vissuto come un posto puramente funzionale, da abbandonare il prima possibile. Cambiando il neon con una luce calda e magari aggiungendo un punto luce tipo abat-jour o qualche candela, il bagno diventa anche un luogo dove rilassarsi con più piacere, magari a mollo nella vasca. Ed ecco che per magia il piccolo bagno è diventato un pochino più grande.
  • Sfruttare lo spazio libero sopra la porta
    Fate un giro nel bagno e cercate di rendervi conto di quanto spazio avete disponibile sopra la porta: quello spazio, difficilmente sfruttato al meglio, è invece molto prezioso, soprattutto se avete una casa con i soffitti molto alti. Quello spazio può essere utilizzato per installare mensole e armadietti dove riporre tutto quello che avete in giro per il bagno con una conseguente maggiore sensazione di ordine, compresi tutti i detersivi che solitamente trovano posto sotto il lavandino: libererete così uno spazio più accessibile!
  • La trasparenza è spazio
    Le tendine da doccia sono comode e soprattutto economiche ma hanno il grande limite di chiudere visivamente lo spazio. Se il budget non è un problema, è meglio scegliere chiusure in cristallo che permettono il passaggio di luce e non chiudono la visuale. Ce ne sono di alcune che offrono anche delle zigrinatura per una maggiore privacy di chi è all’interno della doccia o della vasca.
  • Ringiovanire il bagno lo rende più grande
    Anche un bagno piccolo può tornare a nuovo splendore e sembrare più grande di quanto in verità non sia, semplicemente rinnovando alcuni piccoli ma fondamentali dettagli. A volte basta cambiare le rubinetterie, i tiranti dei cassetti e gli appendi asciugamano per avere l’impressione di uno spazio più ampio, ordinato e piacevole da vivere.
  • Bagno piccolo? Piastrella grande!
    Se siete in fase di ristrutturazione e dovete scegliere una piastrella per il bagno, optate per una grande: meno interruzioni e fughe nel pavimento vi daranno l’impressione di uno spazio più grande, mentre tante piccole piastrelle creeranno un effetto troppo claustrofobico.
  • Specchi e riflessi: una magia da sfruttare
    Esistono specchi talmente grandi da occupare intere pareti; in alternativa, potete posizionare più specchi qua e là nel bagno: otterrete come risultato un ambiente più luminoso, e l’illusione di uno spazio più ampio.
  • Ottimizzare lo spazio verticale
    Se il vostro bagno è strutturato in modo da offrirvi l’incredibile lusso di poter sfruttare anche lo spazio in verticale, non lasciatevi sfuggire una così golosa opportunità! Sfruttate tutti gli spazi in alto per posizionarvi mensole e mobiletti, di modo da liberare il più possibile lo spazio attorno al lavandino e agli altri sanitari. Gli spazi superiori sono anche perfetti per essere decorati con qualche trama o con qualche colore vistoso: in questo modo l’occhio sarà naturalmente attirato verso l’alto, ampliando la visuale e offrendo la sensazione di uno spazio più grande.
  • Preferire la luce al buio, il chiaro allo scuro
    In alcuni bagni c’è luce a sufficienza per guardarsi bene allo specchio, ma spesso alcune zone del bagno rimangono in ombra o in penombra, dando la sensazione di uno spazio angusto e poco vivibile. Più il bagno è piccolo, più deve essere luminoso, quindi via libera a tendaggi chiari che lascino entrare la luce naturale, e a luci forti che illuminino uniformemente tutto l’ambiente. E ancora, scegliere mobili di colore chiaro, in quanto i colori scuri hanno il potere di bloccare la visuale.
  • Liberare il pavimento da qualsiasi ostacolo
    Nei bagni particolarmente piccoli, i cestinelli della spazzatura, le ceste del bucato e tutto quanto possa occupare spazio prezioso sul pavimento andrebbero evitati o quantomeno ridotti: basta semplicemente spostarli in un altro ambiente della casa, se potete, ad esempio lo sgabuzzino nel caso del cesto della biancheria, o il mobiletto sotto al lavandino nel caso del cesti nello della spazzatura.
  • Invertire l’apertura della porta
    Se la vostra porta attualmente si apre dentro al bagno, potete pensare di farle invertire il senso di marcia di modo che si apra verso l’esterno. Ancora meglio sarebbe poter installare una porta scorrevole o una a scrigno ma se la struttura del bagno o della casa non lo permettono, già poter cambiare il senso di apertura è meglio che niente!
  • Parola d’ordine: nascondere e occultare
    Se state ristrutturando, pensate di creare delle nicchie all’interno delle pareti dove nascondere, ad esempio, il porta rotolo di carta igienica o gli appendi asciugamani: questo creerà un continuum di superficie apparentemente libera che vi darà la sensazione di uno spazio più ampio. Lo stesso potete fare anche nella doccia, creando delle nicchie dove appoggiare spugna, shampoo e tutto l’occorrente per la doccia.
Ricevi i nuovi articoli via email
Email *