Migliori Divani Chesterfield

di

Classifica e Recensioni dei migliori divani chesterfield selezionati dalla nostra redazione per qualità della lavorazione artigianale e della pelle utilizzata, design, marca, prezzo e comfort di seduta.

Classifica e Recensioni dei migliori divani chesterfield sul mercato

Vama Chesterfield 3 posti

Il primo posto della nostra classifica spetta a un modello di Vama divani, che ripropone un grande classico dello stile tradizionale inglese.

Questo divano Chesterfield a tre posti è caratterizzato dalla tipica lavorazione capitonnè, che contraddistingue questa tipologia di modello: l’imbottitura è trapuntata con piccoli bottoni collocati sui rivestimenti e rifinita a mano. In questo caso, l’attenzione artigianale per le rifiniture e le possibilità di scegliere tra diversi tipi e tonalità di pellame rende questo modello una buona scelta per chi sia alla ricerca di un divano di prestigio per l’arredo di un salotto classico.

Caratterizzato da una struttura portante solida, questo modello è destinato a durare a lungo e a ricoprire un ruolo importante nell’arredamento domestico. La versione a tre posti, di dimensioni generose, può essere sostituita con una più piccola a due sedute, preferibile per la collocazione in spazi angusti.

Si segnala la possibilità di concordare con i produttori la tonalità di rivestimento preferita, scegliendo da un vasto catalogo di colori: la versione più fedele alla tradizione, però, è quella in pelle rossa, che subisce un trattamento artigianale di invecchiamento per un aspetto ancora più vintage. Si tratta di una buona soluzione per chi voglia regalare un tocco di fascino al proprio salotto con un pezzo di gusto classico.

BertO Chester 3 posti

Chester è il modello di divano Chesterfield proposto da BertO e caratterizzato da rifiniture capitonnè realizzate a mano e sedute imbottite di dimensioni generose. Secondo il nostro parere si tratta di un complemento d’arredo adatto a chi sia alla ricerca di un divano dal gusto classico e lussuoso, ma allo stesso tempo caratterizzato da comfort nell’utilizzo e durevolezza.

Questo divano si caratterizza per ampie sedute e braccioli morbidi: merito delle imbottiture in poliuretano espanso e piuma d’oca, che regalano un sostegno comodo ma resistente. L’anima del divano è invece realizzata in legno massello di faggio e pioppo, sul quale sono montate cinghie elastiche e molle in acciaio che sostengono le sedute regalando un sostegno molleggiato. La scelta di materiali di prima qualità, unita alla struttura portante robusta, conferiscono al modello caratteristiche di durevolezza e stabilità.

Proprio per queste qualità, secondo la nostra opinione, si tratta di un complemento d’arredo classico ma funzionale sul quale vale la pena investire quando si è alla ricerca di un divano dall’aspetto importante. Buona anche la scelta dei rivestimenti, che sono disponibili in pelle, tessuto o ecopelle per venire incontro alle diverse preferenze dell’utente. Date le grandi dimensioni, tuttavia, si tratta di un oggetto che difficilmente potrà essere collocato in ambienti di piccole dimensioni, dove è consigliabile una soluzione più discreta.

Poltrona Frau Chester One

Poltrona Frau sceglie di percorrere la strada della tradizione proponendo Chester One, modello storico del catalogo disegnato nel 1912 da Renzo Frau.

Questo divano, caratterizzato da sedute imbottite di dimensioni ampie e imbottiture trapuntate a mano, può essere una soluzione indicata per chi è affascinato dai complementi d’arredo di sapore vintage e vuole arredare la casa con un pezzo importante per la storia del design, senza per questo rinunciare alla funzionalità.

Caratteristica saliente di questo modello sono le lavorazioni, che avvengono secondo i metodi tradizionali. Sedute, schienali e braccioli sono infatti imbottiti con crine vegetale che subisce un processo di conciatura manuale ed è posizionato e fermato con la classica lavorazione capitonnè realizzata a mano.

I cuscini sono sostenuti da una struttura robusta e da cinghie in iuta su molleggio in acciaio. Questo modello risulta, secondo il nostro parere, una scelta ispirata ai dettami della tradizione che potrà essere inserita con facilità anche in contesti d’arredo più moderni, grazie alla possibilità di scegliere tra moltissime tonalità di finiture in pelle.

Santambrogio Old Chester

Linee morbide, design classico, sedute confortevoli caratterizzano Old Chester, modello proposto dal catalogo Santambrogio.

Si tratta di un modello Chesterfield di buona fattura, che aggiunge qualche elemento all’avanguardia – come le imbottiture in materiale sintetico indeformabile – per realizzare un connubio tra antico e moderno che piacerà a chi non vuole rinunciare alla funzionalità.

Pensato per chi sia alla ricerca di un modello dall’estetica classica, questo divano a tre posti si presenta come una buona soluzione per l’arredo di salotti di grandi dimensioni. La struttura portante è solida grazie all’utilizzo di legno massello, sul quale montano le sedute molleggiate.

Le imbottiture affiancano alla classica piuma d’oca elementi in poliuretano, apprezzato per le sue caratteristiche di durevolezza e indeformabilità. La nostra recensione rileva anche, in questo caso, la possibilità di optare per una variante di modello con rete in doghe di legno, che funge da divano-letto: secondo la nostra opinione un’opzione da prendere in considerazione quando si vogliono ottimizzare gli spazi a disposizione. Sono inoltre disponibili quattro tessuti di rivestimento: microfibra, ecopelle, pelle o tessuto.

MaxDivani Ingrid

Nella nostra classifica ai migliori divani chesterfield si posiziona anche Ingrid, divano di ispirazione Chestefield rivisitata, proposto dal marchio MaxDivani.

Questo complemento d’arredo è stato selezionato per la sua capacità di coniugare elementi vintage con un profilo più moderno, caratteristica legata alla scelta di un design più squadrato rispetto ai Chesterfield tradizionali. Spalliere e braccioli, infatti, avvolgono le morbide sedute creando geometrie spigolose. Ci sembra una soluzione adatta, quindi, per chi sia alla ricerca di un modello di lusso ma debba inserire il divano in un ambiente dallo stile contemporaneo.

Lavorazione del pellame e trapunture capitonnè sono realizzate a mano, come avviene nella tradizione di questi modelli. Interessante, dal punto di vista estetico e del comfort, il fatto che i cuscini delle sedute siano perfettamente lisci: questo permette di realizzare un contrasto visivo con gli altri elementi della struttura e di aumentare la piacevolezza di utilizzo.

Caratterizzato da resistenti piedini in metallo, questo divano è interamente rivestito in pelle di alta qualità e offre una buona garanzia in termini di stabilità e durevolezza. Si tratta quindi di una proposta da prendere in considerazione quando si ricerchi un elemento che faccia da punto focale in una stanza di grandi dimensioni. Il catalogo mette a disposizione anche numerose varianti della stessa linea, disponibile in soluzioni di diverse dimensioni e accostabile a pouf e poltrone nello stesso stile. Buona, a nostro giudizio, anche la possibilità concessa all’utente di personalizzare il modello con finiture di diverse tonalità.

Offerte Divani Chesterfield

Come scegliere un divano Chesterfield di qualità

Non c’è dubbio che il divano Chesterfield sia un classico e rappresenti un’icona di design, il suo nome si identifica in modo rapido con un divano ricoperto di pelle, con braccioli e schienali di uguale altezza e di conseguenza qualsiasi divano con queste caratteristiche viene classificato come un Design Chesterfield, ma ovviamente con pregi e qualità diverse.

Sull’etimologia del nome esiste un alone di mistero, originariamente significava non solo un divano ma anche un modello di mobile, infatti alla fine del XVIII secolo, l’abbellimento di mobili con rifiniture, non in pelle ma in velluto, era alla moda. Un’altra versione attesta che il nome deriva dal quarto Conte di Chesterfield, Phillip Stanhope, un uomo considerato all’epoca come esperto di moda ed intenditore di mobili.

Con il passare del tempo comunque la corretta definizione è si riferisce appunto ad un divano con braccioli e schienale alla stessa altezza, con una imbottitura, generalmente in pelle, in stile Capitonné, lavorata a mano e abbottonata, cioè trapunta e bloccata da bottoni o da borchie, per ottenere piccoli cuscini.

Qualunque sia la sua origine è un divano classico che simboleggia un certo stile, ed è molto popolare ancora nei club dei gentiluomini inglesi. Questi divani hanno un aspetto vintage e antico, ma estremamente elegante, adatti per arredare salotti e sale da pranzo, vengono realizzati con vari materiali, in tanti colori e con varianti allo stile e alla forma.

Tipologie di divani chesterfield

Tutti i modelli con varianti di colore e forma successivi, divani con un numero di sedute variabili, lineari o ad angolo, poltrone, sedili, sedie a dondolo ecc, che sono stati progettati negli anni sono tutti direttamente ispirati all’originale.

Esistono quindi moltissime varianti, anche insolite ed originali, ma per questo divano classico in sintesi se ne identificano tre, sostanziali:

– la prima variante riguarda l’aspetto del bordo superiore dello schienale, che può essere liscio e rettilineo, oppure crestato. La forma liscia è la più tradizionale ma gli schienali crestati possono dare un migliore sostegno posteriore a certe persone;

– la seconda tipologia, riguardante le gambe che possono essere alte o basse, intende soddisfare le diverse esigenze di postura di chi utilizza il divano, in relazione alla loro altezza;

– la terza variante riguarda il tipo di seduta che può essere tradizionale, a cuscino imbottito ma liscio, oppure imbottita ed abbottonata.

Caratteristiche tecniche

I divani Chesterfield tradizionalmente sono rivestiti in pelle selezionata da concerie britanniche ed europee, con vari tipi di finiture e un’ampia tavolozza di tinte disponibili, ma si possono trovare anche con rivestimento di velluto, raso, broccato di seta, damasco, lino o qualsiasi altro tessuto.

I colori più comuni utilizzati sono il nero e il marrone ma è possibile trovare modelli con tonalità più moderne come il rosso, la crema, la pesca, il bianco e molti altri. La caratteristica distintiva è comunque la disposizione dello schienale e dei braccioli alla stessa altezza per conferire una linea uniforme a tutta la parte superiore.

Questi divani si possono trovare a livelli di prezzo molto differenti, anche indubbiamente a buon mercato, ma occorre valutare il livello di qualità dei materiali utilizzati nella realizzazione. Il telaio di un divano è un elemento chiave, in quanto fornisce il valido supporto quando ci si siede, inoltre è una base per tutte le altre caratteristiche che sono collegate ad esso.

È fondamentale che il telaio sia robusto e durevole in modo che il divano possa mantenere la forma durante l’uso quotidiano. Un telaio realizzato con un legno massiccio di faggio stagionato è la scelta ideale, è estremamente forte e manterrà la sua integrità nel tempo.

Dovrebbe essere dotato di guide sufficientemente robuste per resistere ai rigori dell’usura quotidiana, abbinate a blocchi ad angolo fissati a vite per un ulteriore supporto.
Un telaio costruito con legni misti e pannelli in truciolare a buon mercato avrà ovviamente una resistenza inferiore, non avrà la stessa forza complessiva e robustezza di una struttura di alta qualità. Se poi i pezzi non sono assemblati con giunti a dado, ma con graffette e colla, il risultato complessivo sarà deludente.

Un divano di buona qualità è caratterizzato anche da cuscini adeguatamente imbottiti. Un’imbottitura adeguata al rivestimento di un telaio di alta qualità è realizzata da una combinazione di schiume di poliuretano espanso, a diversa densità, con l’aggiunta di piume e fibre di poliestere che forniscono una sensazione esterna morbida e assicurano che, anche con il passare del tempo, il telaio non sia mai rilevabile durante la seduta. Il composto di imbottitura così ottenuto dovrebbe essere quindi fissato a mano in precise posizioni sul telaio, per mantenerlo il più fisso possibile.

Funzionalità

Considerando la sua età, le prime apparizioni risalgono infatti tra la fine del Settecento gli inizi dell’Ottocento, questo tipo di divano ha un design molto versatile. Ha arredato nel corso del XIX e XX secolo i locali dei Club inglesi più prestigiosi e delle biblioteche, le stanze delle case e delle ville della nobiltà e della ricca borghesia.

Nel corso degli anni ha arredato palazzi reali, uffici commerciali, alberghi, ristoranti, club di gentiluomini e lussuose abitazioni private. Questo tipo di divano è sinonimo di eleganza e di classe in qualsiasi tipo di interni, in ogni parte del mondo, adattandosi ad ogni stile architettonico e decorativo. Indipendentemente da ciò che soggettivamente rappresenta per molti, il Chesterfield rimane fermamente il divano che incarna la perfetta miscela di comfort e raffinatezza.

Il suo design classico in un certo periodo ha denotato una certa flessione nell’interesse del pubblico, ma attualmente gode di una considerevole rinascita. I modelli classici in cuoio anticato con bottoni in profondità sono ancora i preferiti, ma attraggono molto anche quelli rivestiti in velluto o altri tessuti più moderni e caratterizzati da colori anche molto brillanti.

Le pelli afflosciate che danno un look retrò e i velluti sontuosi sono l’ultima moda nel design di questo classico divano sorprendentemente versatile.
Questo tipo di divano, fra le tante funzionalità, si presta in modo ottimale a dividere una sala soprattutto se molto grande, rendendola più accogliente.

Certificazioni

Chesterfield rappresenta un marchio famosissimo e, per quanto riguarda i divani imbottiti, è il più noto design britannico nel mondo, le cui caratteristiche essenziali sono state conservate sin dalla sua origine.

I divani del XVIII e XIX secolo, che hanno arredato e si trovano ancora nei palazzi e nelle residenze del Regno Unito, praticamente non si differenziano molto da quelli realizzati nel ventunesimo secolo che arredano case e istituzioni moderne, facendo sfoggio della loro eleganza e funzionalità classica.

L’Associazione Chesterfields Trade (CTA), rappresenta un mezzo per garantire la qualità di questi divani, che si replica costante e invariata da più di 200 anni. L’Associazione delinea e specifica in modo particolareggiato tutti i criteri necessari affinché i divani e i servizi a loro associati possano correttamente essere etichettati con il marchio Chesterfield, a garanzia di tutti i rivenditori e della clientela di tutto il mondo.

L’organismo quindi opera per assicurare che tutti i nuovi prodotti rispettino tutte le norme e risultino conformi agli alti standard appropriati, assicurando che l’eredità e le caratteristiche di un Chesterfield possano essere conservate nel tempo. Un’azienda può produrre divani e marchiarli solo in conformità ai regolamenti e ai criteri di valutazione stabiliti dalla CTA e può dimostrare l’autenticità dei loro prodotti, in riferimento a tali criteri, con una certificazione.

Il certificato originale Chesterfield:
– viene stampato su carta con un sigillo in cera che garantisce l’autenticità di questo documento;
– associa un numero di produzione unico ad ogni divano;
– il numero può essere ricondotto all’artigiano che ha operato;
– è inestricabilmente legato ai termini della garanzia.

[Voti: 60    Media Voto: 5/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

ARREDO IDEE
Guida all'acquisto degli Arredi Casa
Classifiche - Recensioni - Migliori Offerte
Arredo Idee è il supplemento tematico della rivista consumatori Guida Acquisti che ti aiuta scegliere l'arredamento casa, attraverso classifiche, recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.