Migliori Poltrone Casa

di

Classifica e Recensioni delle migliori Poltrone per arredare con gusto la zona living di casa, selezionate per design, qualità dei rivestimenti, prezzo, imbottitura interna.

Classifica e Recensioni delle migliori Poltrone

Molteni D.154.2

Molteni D.154.2 è una poltrona d’arredo, dal design moderno e prezioso. Secondo la nostra opinione, è il complemento d’arredo migliore in classifica per la ricercatezza delle sue forme e la varietà delle finiture.

Presenta una struttura ampia, simile ad un guscio, che accoglie in modo confortevole le linee del corpo. La scocca è in poliuretano rigido mentre la controscocca risulta morbida e dotata di cuscino. La poltrona è sostenuta da piedi sottili in acciaio cromato che gli conferiscono una sensazione di leggerezza.

Questo prodotto può essere acquistato con tanti rivestimenti differenti ed è possibile scegliere tra un’ampia gamma di pelli e tessuti, adatti ad ogni esigenza di arredamento. D.154.2 è un progetto del designer Giò Ponti ed è stata disegnata per la villa dei collezionisti Planchart a Caracas del 1953-57. Inoltre, il suo stile unico gli ha permesso di aggiudicarsi prestigiosi premi negli anni.

Questo prodotto ispira calore e accoglienza ed è indicato per chi vuole fare della propria abitazione un luogo dagli arredi preziosi e unici. Può essere collocato sia in salotto sia in camera da letto. La poltrona offre solidità e il corretto sostegno della schiena. Infine, la qualità dei suoi materiali gli permettono di durare nel tempo.

Devina Nais Orlando

Nella guida all’acquisto troviamo Devina Nais Orlando, una poltrona dal design autentico e tradizionale.

La struttura è rivestita in capitonnè, realizzato con lavorazione artigianale, ed è sostenuta da piedi cilindrici in legno. Si può personalizzare con diverse finiture e colorazioni calde o fredde, a seconda dei propri gusti. Presenta geometrie tondeggianti e accoglienti che invitano a sedersi e rilassarsi.

L’idea di Orlando nasce come tentativo di riportare alla memoria il design delle poltrone di un tempo, pregne di storia e valore. Secondo la nostra recensione, si tratta di un complemento d’arredo dallo stile inglese, selezionato per arredare principalmente ambienti classici.

Tuttavia, può essere inserito anche in contesti moderni ed utilizzato come elemento di rottura stilistica, donando originalità alla casa. Il prodotto appare solido e robusto, in grado di garantire buone performance di durata negli anni.

Misuraemme Florentia

In classifica abbiamo Misuraemme Florentia, una poltrona dal design discreto e caloroso.

Questo complemento d’arredo presenta una struttura con dimensioni contenute, rivestita da un imbottitura morbida in tessuto. Quest’ultima mostra in evidenza cuciture e cerniera, utilizzate come dettagli stilistici in grado di segnare la linea perimetrale tra interno ed esterno del prodotto.

Viene sostenuta da una base in metallo sottile, con geometrie triangolari. La poltrona può essere personalizzata con rivestimenti in tessuto, pelle ed ecopelle colorata.

Florentia simboleggia armonia e morbidezza ed è stata progettata per fornire il giusto comfort quotidiano. Per questo motivo, rappresenta una buona scelta d’arredo per la zone lounge della casa. Il basamento in metallo e la struttura rigida conferiscono a questa poltrona robustezza e sostegno. Inoltre, la qualità dei tessuti di rivestimento mantengono il prodotto in buone condizioni per molto tempo.

Lago Huggy

Lago Huggy è una poltrona dal design insolito ed originale che mira a stupire. Si tratta di un complemento d’arredo multifunzionale dotato di una base cilindrica con all’interno un materasso avvolto a forma di cono. La poltrona è realizzata in tessuto artigianale Patchwork cucito a mano.

Il progetto Huggy nasce dal desiderio di soddisfare le esigenze della vita quotidiana, come ad esempio l’arrivo in casa di ospiti inattesi. Infatti, estraendo lo schienale è possibile ricavare un comodo letto d’emergenza, da utilizzare al bisogno. Non finisce qui, perché la base, se capovolta, può trasformarsi in un confortevole comodino.

Per questi motivi, secondo la nostra recensione, si tratta di un prodotto molto pratico da tenere sempre in casa. La poltrona può essere collocata nelle camerette e nella zona living dell’abitazione, mischiandosi facilmente agli altri arredi presenti. Questo prodotto offre buone prestazioni di stabilità e durata, grazie all’attenzione e alla cura artigianale con cui viene prodotto.

Calligaris Lazy

Proseguendo con la classifica troviamo Calligaris Lazy, poltrona dallo stile moderno e colorato. La struttura in poliuretano presenta linee morbide e una seduta ampia, dotata di cuscino.

É rivestita in tessuto personalizzabile, in diverse varianti di colore. Inoltre, la poltrona è sostenuta da una base in metallo basculante e girevole.

Il designer di questo progetto è Michele Menescardi, amante delle geometrie moderne e sinuose da applicare agli oggetti della vita quotidiana. Con la sua struttura arcuata, Lazy suggerisce relax e comfort. Per questo motivo, si presta ad essere collocata all’interno di camerette, zone lounge e salotti.

Tuttavia, grazie alla sua caratteristica girevole, può essere posizionata anche davanti ad una scrivania in ufficio o nello studio. La scelta dei materiali per la realizzazione di questo complemento d’arredo è motivata dal desiderio di costruire un prodotto solido, capace di durare nel tempo.

Ikea Stockholm

Ikea Stockholm è una poltrona dal design contemporaneo e vagamente vintage, comoda e personalizzabile nei colori. La struttura si ispira alle classiche bergère di un tempo, con forma ampia e avvolgente ma dalle dimensioni contenute, per non occupare troppo spazio.

Presenta braccioli e schienali sottili che ispirano leggerezza e accoglienza. Ancora, è dotata di un poggiatesta regolabile che offre un sostegno adeguato al collo e al capo. Questo complemento d’arredo è in schiuma sagomata ad alta resilienza che si adatta bene alle linee del corpo.

La base, invece, è costituita da quattro piedi in legno di frassino massiccio. Il rivestimento è in cotone e poliestere e può essere scelto nelle colorazioni grigio e verde. Il designer di Stockholm è Henrik Preutz, specializzato nella creazione di oggetti d’arredo d’uso domestico dallo stile ricercato e confortevole.

Questo prodotto è stato selezionato per l’arredamento di abitazioni sia moderne sia contemporanee. Se abbinato ad un tavolino, può essere utilizzato per creare un angolo dedicato alla lettura in casa oppure si può posizionare in salotto e in camera da letto. Secondo l’azienda produttrice, questa poltrona possiede una solidità tale da garantire una durata fino a ben 10 anni, senza necessità di manutenzione.

Offerte Poltrone casa

In Legno

In pelle

Massaggianti

Come scegliere una poltrona per casa

La scelta delle poltrone di casa deve essere fatta con grande attenzione in quanto queste sedute non arredano soltanto i vari ambienti domestici, ma sono pensate per accogliere adeguatamente e supportare il corpo dell’occupante. Ecco perché è fondamentale che sia comode e funzionali, oltre che belle esteticamente e in linea con il resto dell’arredamento. Infatti le poltrone sono tra gli arredi relax più apprezzati e consentono di prendersi pause dallo stress della vita quotidiana, accogliere gli ospiti in maniera adeguata e rendere l’ambiente molto piacevole.

Tipologie di poltrone domestiche

Esistono tante tipologie diverse di poltrone per ambienti domestici in quanto questo complemento d’arredo si è evoluto nel corso del tempo assumendo un’ampia gamma di forme nuove. Tra le varie soluzioni in commercio si ricordano:

– Poltrona à la Reine
Si tratta di una seduta imponente e molto decorata, adatta ad ambienti di rappresentanza arredati in stile barocco oppure classico. Il dorsale presenta una cornice di legno dorata, intagliata oppure verniciata in vario modo. I braccioli presentano una linea arretrata rispetto alla linea delle gambe e il sedile è molto ampio per garantire il massimo comfort.

– Poltrona frallero
In Italia viene chiamata alla fratina. Di origine spagnola (Paese dove è molto diffusa), si distingue per lo schienale alto e rigido. Il sedile è fissato con borchie di metallo, proprio come avviene per la spalliera. Questa poltrona ha braccioli scolpiti molto decorativi, mentre il dorsale è attraversato da una alta banda di tessuto pesante oppure di cuoio.

– Poltrona chaise-longue
Viene prolungata grazie a uno sgabello per l’appoggio dei piedi.

– Poltrona d’angolo
Viene chiamata in questo modo perché può occupare un angolo della stanza grazie alla tipica forma del sedile e del dorsale.

– Poltrona a pozzetto
Il dorsale è contiguo con i braccioli in quanto risulta concavo e perfettamente avvolgente.

– Poltrona chippendale
In genere viene posizionata davanti al caminetto per creare un angolo relax attrezzato molto confortevole, di grande valore estetico e pieno di calore. Si caratterizza per lo schienale imbottito e il sedile abbassato.

– Poltrona méridienne
Si tratta di una tipologia che assomiglia a quella chiase longue, tuttavia si differenzia per lo schienale di ridotta altezza e per avere un bracciolo più alto che svolge anche la funzione di schienale.

– Poltrona da biblioteca
Viene inserita nelle case dotate di una biblioteca, di uno studio domestico con un archivio oppure di un living con alte librerie. Si tratta di una poltrona pieghevole che all’occorrenza può essere trasformata in una scaletta per raggiungere i ripiani più alti delle scaffalature.

– Poltrona in stile Luigi XV
Vengono definite poltrone bergère oppure poltrona bergère en confessionel. Nel primo caso presenta una cornice laccata, con intagli decorativi oppure dorata. La seduta consiste in un grande cuscino mobile, mentre lo schienale è unito ai braccioli. Invece la seconda tipologia si caratterizza per un dorsale con due orecchie sporgenti (grazie ai quali avere l’appoggio per la testa) e i braccioli arretrati.

– Poltrona Courant
Questo modello è particolarmente elaborato in quanto deve essere posizionato al centro di una stanza. Proprio per questo motivo viene utilizzato spesso singolarmente come vero e proprio complemento di design in grado di dare eleganza, raffinatezza e pregio all’ambiente. Infatti sia lo schienale che i braccioli sono particolarmente curati in ogni dettaglio.

– Poltrona da riposo
Viene chiamata più diffusamente poltrona relax e si caratterizza per garantire una seduta particolarmente comoda e avvolgente grazie allo studiato design delle forme. Presenta braccioli imbottiti e uno schienale alto e confortevole. Alcuni modelli sono dotati anche di appoggiatesta e possono avere lo schienale reclinabile e regolabile a seconda delle proprie esigenze. Nata come poltrona per l’ufficio, è molto apprezzata per completare gli angoli studio in camera da letto e per arredare lo studio domestico.

– Poltrona Hepplewhite
Presenta gambe rastremate, uno schienale a forma di scudo oppure ovoidale e braccioli privi di imbottitura.

– Poltrona Dos-à-dos
Si tratta di una poltrona binata e viene definita anche da conversazione. Per favorire l’interazione i due schienali sono lievemente convergenti.

– Poltrona Duchesse
Si caratterizza per avere due schienali, il secondo più basso del primo. Inoltre il sedile allungato consente di stendere le gambe per avere un maggiore relax.

Caratteristiche tecniche di una poltrona

Quando si sceglie una poltrona occorre valutarne le caratteristiche tecniche: infatti i vari modelli in commercio si differenziano sono soltanto per la tipologia, ma anche per la larghezza e la profondità della seduta. Bisogna acquistare un complemento in linea con le proprie esigenze e proporzionata: ad esempio se l’altezza va dai 180 ai 210 cm, la seduta deve avere una larghezza di circa 56 cm.

Invece per altezze che vanno dai 150 ai 165 cm è preferibile una seduta larga 46 cm, mentre per i modelli con un’altezza compresa tra i 165 e i 190 cm, la larghezza del sedile è di soli 50 cm. Al tempo stesso è bene valutare con attenzione anche il rivestimento utilizzato perché si tratta di un fattore che influisce notevolmente sia sullo stile della poltrone che sulla sua funzionalità.

Infatti è preferibile che le soluzioni più eleganti e pregiate vengano utilizzate come complementi di design e non per un uso quotidiano. In questo modo si preserva la bellezza dell’esemplare a lungo nel tempo. Le poltrone possono impiegare vari tipi di rivestimento, così da poter soddisfare qualsiasi esigenza. I tessuti possono essere sfoderabili (per poter essere lavati facilmente in lavatrice), naturali, idrorepellenti grazie al trattamento teflon, sintetici, in viscosa oppure in microfibra.

La scelta dipende dalla destinazione d’uso degli elementi. Se si utilizza spesso la poltrona, è preferibile optare per tessuti sfoderabili in cotone o lino in quanto traspiranti e più facilmente gestibili. Questi complementi sono l’ideale quando in casa ci sono animali o bambini. Soluzioni raffinate e in stile classico utilizzano rivestimenti in seta, velluto o raso.

Molto apprezzate sono anche le poltrone in pelle, adatte sia a contesti classici che moderni: si tratta di un materiale molto bello esteticamente e morbido, tuttavia necessita di maggiore cura rispetto ai tessuti. Per questo motivo spesso si adotta l’ecopelle, una valida alternativa ecologica alla pelle che consiste di un tessuto trattato in maniera particolare per riprodurre perfettamente la texture del cuoio.

Funzionalità e design

Le poltrone devono essere innanzitutto funzionali, così da garantire un alto livello di comodità. Per questo motivo è fondamentale assicurarsi che il modello scelto risponda alle proprie esigenze e sostenga in maniera adeguata la schiena e il collo.

In questo modo si evitano posture scorrette che provocano a loro volta cervicali oppure lombalgie. Innanzitutto è fondamentale che i piedi poggino senza difficoltà sul pavimento rimanendo seduti in poltrona con le ginocchia piegate ad angolo retto. Per questo motivo è necessario verificare con attenzione l’altezza della seduta.

In secondo luogo la base della testa deve poggiare sullo schienale così da avere un supporto adeguato ed è importante che il punto in cui lo schienale si inclina aderisca completamente con la linea delle spalle.

I braccioli hanno la funzione di sostenere le braccia e, una volta posati gli avambracci in modo rilassato, i polpastrelli toccano la punta del sostegno. Al tempo stesso è bene che la seduta della poltrona non sia eccessivamente morbida, anche se è importantissimo che sia sufficientemente comoda. Inoltre aderisce perfettamente con il fondoschiena.

Sicurezza

Un aspetto rilevante da esaminare riguarda la sicurezza dei modelli: ciò vale sia per gli eventuali meccanismi di regolamentazione che per i rivestimenti. In quest’ultimo caso è opportuno verificare che i tessuti o la pelle impiegati non contengano sostanze pericolose per la sicurezza e la salute delle persone che utilizzano queste sedute.

Nel caso delle poltrone relax reclinabili il meccanismo interno può essere elettrico o manuale: in entrambe le situazioni è obbligatoria la certificazione CE.

Alcuni modelli integrano due motori (il poggiapiedi e lo schienale si muovono indipendentemente l’uno dall’altro), altri soltanto uno, così da avere un movimento combinato. Tutte le poltrone a reclinazione elettrica sono dotate della funzione alzapersona, in modo da portare la persona seduta ad avere una posizione quasi eretta.

[Voti: 78    Media Voto: 4.9/5]

Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

ARREDO IDEE
Guida all'acquisto degli Arredi Casa
Classifiche - Recensioni - Migliori Offerte
Arredo Idee è il supplemento tematico della rivista consumatori Guida Acquisti che ti aiuta scegliere l'arredamento casa, attraverso classifiche, recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.