Diventa Fan

Open space

22 giu, 2013

Con l’avvento della moderna architettura, alcune delle mode edilizie lanciate intorno agli anni Cinquanta e Sessanta, tra cui quella di creare case composte da più ambienti separati, stanno scomparendo per lasciare spazio a situazioni abitative più moderne, ad esempio i famosi e (per alcuni) tanto ambiti open space.

Caratteristiche

Nati intorno agli anni ottanta, gli open space stravolgono completamente il concetto di casa in voga fino a quei tempi, introducendo un ambiente nuovo, spazioso e senza divisioni tra un ambiente e l’altro. L’idea dietro a questa nuova idea di abitazione era di permettere agli abitanti della casa di interagire con tutti gli ambienti senza dover aprire e chiudere porte, eliminando la maggior parte dei muri.

Ma prima di iniziare a tediare tutte le agenzie immobiliari alla ricerca del vostro loft o open space, cercate di capire se è il tipo di spazio che fa per voi, per la vostra famiglia e per il vostro stile di vita. Perché l’open space è per molti… ma non per tutti!

Quanto segue vuole essere una specie di test di autovalutazione per permettervi di capire se siete i candidati ideali per questo tipo di casa… o se vi conviene continuare a vivere in un classico appartamento!

Pro e contro

  • Ordine e pulizia… a vista!
    Uno dei maggiori vantaggi di vivere in un unico, grande ambiente è quello di poter connettere visivamente tutti gli ambienti della casa e i relativi complementi di arredo e di decorazione. Certo è che, se la vostra famiglia non è molto ordinata… questo difetto si noterà da ogni angolo della casa! Se i componenti della famiglia lasciano tracce di sé in ogni dove, forse un ambiente unico non quello che fa per voi.
  • A tu per tu con i quadri
    I quadri e le opere d’arte da appendere alle pareti richiedono spesso grandi quantitativi di spazio, che in un ambiente unico sono molto ridotti in quanto sono ridotti al minimo proprio i muri interni all’abitazione. Se vi piace avere attorno tanti quadri, arazzi e quant’altro, allora forse è meglio scegliere una casa dal taglio un po’ più classico.
  • I bambini sempre sott’occhio
    Uno dei più grandi vantaggi di vivere in un ambiente senza muri interni è quello di avere i componenti della famiglia sempre sott’occhio, cosa che diventa particolarmente utile quando si tratta di sorvegliare i bambini; in un ambiente unico i genitori possono occuparsi delle loro cose avendo sempre i bambini a portata di vista… e di orecchio! Di contro, questo vuol dire una considerevole e totale perdita della privacy, quindi l’ambiente unico è consigliato solo a famiglie davvero affiatate.
  • La propagazione del suono
    Trattandosi di un ambiente senza muri interni, un open space facilita la propagazione del suono, creando spesso confusione tra musica, televisione, telefoni e chiacchiericcio. Così come viaggia libera la vista, infatti, viaggia libero anche il suono, che per gli amanti della tranquillità può diventare molto fastidioso.
  • Più luce per tutti
    Un ambiente senza muri è anche sicuramente un ambiente più luminoso! La luce che entra dalle finestre di un open space, infatti, troverà davanti a sé molti meno ostacoli che in un appartamento tradizionale, offrendo alla vostra famiglia un ambiente naturalmente luminoso e arioso, che amplifica anche la sensazione di spazio.
  • Intrattenimento non-stop
    Chi ama invitare amici e parenti a casa troverà in un ambiente unico il posto ideale dove poter cucinare, guardare la televisione, chiacchierare e mangiare allo stesso tempo, in quanto la mancanza di muri interni renderà la casa un unico ambiente dedicato all’intrattenimento! Certo, il contro di questo aspetto è che la cucina dovrà essere sempre in perfetto ordine, visto che sarà visibile a tutti in ogni momento della serata.
Ricevi i nuovi articoli via email
Email *